Invio newsletter: tutto quello che c’è da sapere sull’email marketing

Blog

Cerca
invio newsletter

Si parla spesso di invio newsletter ma anche di email marketing o di DEM.

Sono tutti sinonimi per indicare uno degli strumenti che possiamo considerare come un pilastro fondamentale del marketing digitale. Da molti anni è uno dei canali più efficaci per raggiungere e coinvolgere il proprio bacino di utenti e clienti, ed è uno strumento che nessun brand dovrebbe trascurare.

Ma andiamo con ordine

Perché prima di premere il pulsante “invio newsletter” c’è molto altro da sapere.

Cosa si intende per newsletter?

Letteralmente, “newsletter” significa bollettino.

Praticamente, quando si parla di invio newsletter ci si riferisce ad una email che periodicamente viene inviata a un gruppo di persone che ha dato il proprio consenso e ricevere tale comunicazione. L’aspetto del consenso non è da sottovalutare, ma ne parleremo in un articolo dedicato.

La newsletter viene oggi utilizzata da organizzazioni, aziende e professionisti per comunicare con il proprio pubblico, e può avere diverse finalità.

  • Informare sulle ultime notizie e sulle novità rilevanti per il tuo pubblico, ad esempio per condividere gli aggiornamenti delle attività, eventi o nuovi prodotti.
  • Inviare promozioni dedicate agli iscritti come offerte speciali, sconti e iniziative valide solo per gli iscritti alla newsletter. Con questo tipo di comunicazioni si punta a generare vendite e conversioni.
  • Educare su temi specifici legati all’azienda e al suo posizionamento. In questo modo puoi rafforzare la tua reputazione come esperto nel tuo settore e offrire contenuti di valore.

Queste tre finalità di solito sono complementari, ovvero coesistono nella strategia dell’invio newsletter, anche se non è obbligatorio. Per esempio, se hai un blog non ti interesserà inviare promozioni ma solo mantenere il tuo pubblico attivo e informato. Se hai un e-commerce, invece, dovrai dosare le tipologie di newsletter per non diventare aggressivo, rischiando la disiscrizione.

Cosa è necessario per inviare una newsletter?

Per procedere ad un invio newsletter, avrai bisogno di diversi elementi.

  • Una lista di contatti. A chi manderai le tue email se non hai un database? Se hai già un elenco di contatti (che hanno dato il loro consenso), puoi partire da quello, ma è fondamentale implementare continuamente il tuo database. Puoi farlo con campagne sponsorizzate o con iniziative offline, in ogni caso è importante puntare su utenti targettizzati e realmente interessati al tuo brand, altrimenti la disiscrizione sarà molto, molto rapida!
  • Un servizio di email marketing. Ci sono diverse piattaforme che offrono la possibilità di inviare newsletter (alcune anche gratuitamente, seppur con delle limitazioni). Mailchimp e Brevo sono due delle più famose, ma non le uniche. Per trovare quella perfetta per te è necessario conoscere le specifiche esigenze.
  • Contenuti interessanti. E adesso arriva la parte più difficile: cosa comunicherai nella tua newsletter? Devi avere qualcosa da dire e devi dirlo in modo accattivante, ovvero con una grafica fresca e coinvolgente, che sia in linea con il tuo brand. Utilizza un layout chiaro e leggibile e crea contenuti di valore per il tuo pubblico. Più facile a dirsi che a farsi, ma approfondiremo tra poco!

Con questi tre elementi puoi iniziare a mandare newsletter, ma non è certo finita qui!

Invio newsletter: quando si fa?

La scelta della frequenza, del giorno e persino dell’orario di invio newsletter è molto importante, molto più di quanto si pensi.

Tuttavia, non c’è una risposta universale a quando sia meglio inviare newsletter, dipende dal tuo brand e dai dati statistici che avrai dopo i primi invii. In generale, meglio non esagerare con il numero di email perché gli utenti potrebbero stancarsi di riceverle e disiscriversi. La comunicazione tramite mail deve essere dosata con attenzione.

Solo gli insights ti diranno di più!

Invio newsletter: perché serve al tuo brand?

E adesso facciamo un passo indietro e ricapitoliamo quello che abbiamo solo accennato in questo articolo.

Ecco perché dovresti iniziare subito a inviare newsletter ai tuoi clienti.

  • Comunica direttamente con i tuoi clienti, facendoli sentire parte del tuo brand e creando un legame personale con gli iscritti. Questo tipo di comunicazione genera fiducia e un senso di connessione con il marchio.
  • Fidelizza i tuoi clienti, mantenendo con loro un canale di comunicazione sempre attivo. L’invio regolare di contenuti interessanti aiuta a mantenere i clienti coinvolti e interessati al tuo brand, anche nel lungo periodo.
  • Promuovi i tuoi servizi e prodotti in modo accurato e dettagliato. Avrai uno spazio in cui raccontare quello che puoi offrire in modo accattivante e coinvolgente, con l’obiettivo di generare vendite e conversioni.
  • Genera traffico verso il tuo sito web, il che non guasta mai! Mandare newsletter che rimandano al tuo blog, alle schede prodotto o ad una landing page specifica permette di aumentare le visite al sito e migliorare la visibilità online.
  • Raccogli feedback preziosi sul tuo brand, sui tuoi servizi e sui tuoi prodotti. Puoi farlo chiedendo recensioni, pareri e lanciando sondaggi, per poi adeguare le tue iniziative e strategie di marketing alle risposte che riceverai.

Insomma, tanti buoni motivi (e non sono nemmeno gli unici!) per iniziare subito a pianificare una strategia di invio newsletter.

Come si fa una buona newsletter?

E qui viene il bello!

Una buona newsletter deve essere diretta all’obiettivo che vuoi raggiungere e deve contenere tutti gli elementi necessari per ottenere il risultato, dall’oggetto giusto alla CTA finale. Non si tratta di un lavoro che si può improvvisare.

Idealmente, il piano delle newsletter dovrebbe essere semestrale, in modo da sapere in anticipo quali saranno gli argomenti delle email che invierai e quali gli obiettivi di ciascuna campagna. Per ogni newsletter dovrai produrre del materiale ad hoc e impostare un funnel che accompagni gli utenti nel processo di conversione. Alcune newsletter dovranno rimandare al tuo sito, per altre sarà necessaria una landing page dedicata, altre ancora chiederanno di contattare direttamente una mail.

Improvvisare, come dicevamo, è impossibile.

Se vuoi sfruttare al meglio lo strumento dell’email marketing, possiamo aiutarti a impostare un piano di newsletter strategico ed efficace: contattaci e ne parleremo insieme!

Summary
Invio newsletter: cosa dovresti sapere sull'email marketing
Article Name
Invio newsletter: cosa dovresti sapere sull'email marketing
Description
Si parla di invio newsletter per riferirsi all’attività di email marketing, ma in cosa consiste esattamente? Perché dovresti farlo per il tuo brand?
Irene Bicchielli

Irene Bicchielli

COPYWRITER & CONTENT CREATOR
Curiosa ed entusiasta per natura, ama le parole, il cinema e il caffè.In perenne equilibrio tra la lucida razionalità della SEO e la creatività dello scrittore, ogni giorno racconta storie che danno voce a brand e aziende di ogni settore.

Linkedin

Condividi l’articolo!

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Email
Contattaci per una consulenza e tante idee nuove su come coinvolgere i tuoi followers!
Diseo Agency è un’agenzia di marketing e comunicazione con sede a Firenze.
Ci occupiamo di: creazione siti web, gestione social media, campagne sponsorizzate, grafiche, blog & copywriting, influencer marketing ed eventi. L’agenzia marketing fiorentina che ti segue davvero da vicino, con servizi di digital marketing su misura per te!

Articoli correlati

che cosa sono le digital PR
Blog

Che cosa sono le digital PR?

Le Digital PR, abbreviazione di Digital Public Relations, sono una strategia promozionale online utilizzata da professionisti e aziende di marketing. Una strategia misurabile e concreta

Leggi l'articolo »