BeReal, come funziona il nuovo social che sta spopolando

Blog

bereal social come funziona

È al numero uno tra le app più scaricate negli Stati Uniti.

Filtri e like sono banditi.

Si posta una volta al giorno, sempre ad un orario diverso.

Il nuovo social BeReal si pone in netto contrasto alle piattaforme che finora abbiamo conosciuto. L’obiettivo non è mostrare una vita patinata fatta di yacht e borse di lusso ma, udite udite, il mondo reale di ciascuno di noi.

Scopriamolo meglio.

Come nasce BeReal

BeReal è sbarcato in Italia da pochi mesi e ancora sono relativamente in pochi coloro che lo usano.

Nasce però nel 2019 da un’idea di Alexis Barreyat e Kevin Perreau, due ragazzi francesi che hanno deciso di sfidare lo strapotere di Instagram e TikTok con un social che mostrasse la vita reale di noi comuni mortali.

Dopo aver riscosso un discreto successo nel paese d’origine, in Francia, BeReal è sbarcato negli Stati Uniti dove ha avuto letteralmente la sua consacrazione. Sono stati i campus universitari il luogo dove il nuovo social si è diffuso più rapidamente, un po’ come è avvenuto a Facebook nel lontano 2004. Come lancio, sembra quindi ripercorrere una strada fortunata, ma sono in molti ancora ad essere scettici sul nuovo social della generazione Z.

La filosofia di BeReal, il social anti-social

L’obiettivo con cui nasce BeReal, il social dei giovanissimi, è proprio quello di opporsi all’apparenza, alla perfezione ad ogni costo che viene postata su Instagram e TikTok ogni giorno.

Sono in molti ad essersi stancati di vedere le vite perfette degli influencer e BeReal sembra rispondere proprio a loro, ribaltando la logica delle immagini patinate e portando il social nel mondo reale.

Il nome dice già molto dell’intento di BeReal: sii reale, cioè sii te stesso, senza trucco e senza inganni (infatti, non si possono utilizzare filtri), dove sei e come sei.

Funzionerà?

Oppure tramonterà come già è successo ad illustri predecessori (l’ultimo era ClubHouse)?

L’intento di BeReal è nobile.

Minare la società dell’apparenza è certamente una battaglia da sostenere, mettere in scena la realtà in contrapposizione alla finzione sostenuta da filtri e photoshop.

Ma fino a quanto può essere interessante vedere la vita reale delle persone che ci circondano? Tra il rischio di annoiarsi al terzo giorno di scatti e l’egocentrismo di far vedere a tutti quello che stai facendo, cosa prevale? Abbiamo davvero così bisogno di sapere con chi sei, dove sei e come sei in un momento qualunque della tua giornata?

I limiti con cui si scontra BeReal sono parecchi.

Per quanto finti e lontani dalla realtà possano essere la maggior parte dei contenuti che troviamo su Instagram e TikTok, si tratta appunto di contenuti. Foto che raccontano, video che insegnano, tutorial, recensioni, caption che coinvolgono (sempre meno in realtà, ma ci sono ancora). La foto dei tuoi amici che lavorano davanti al pc o portano fuori il cane, soddisfa al massimo una blanda curiosità o per qualcuno è davvero appagante? Un po’ come guardare dal buco della serratura delle vite dei tuoi contatti.

Solo il tempo ce lo dirà, ma per il momento sembra che il social BeReal possa diventare noioso e un po’ fine a se stesso. E forse proprio per questo avrà successo, chissà.

Comunque, se sei deciso a cavalcare l’onda del momento, ecco alcune info su come funziona BeReal.

5 cose da sapere sul nuovo social

Come si usa BeReal?

Per prima cosa, devi scaricare BeReal, disponibile sia per Android che iOs. Si tratta di un’app, proprio come tutte le altre.

Una volta scaricata sul telefono, ti devi registrare scegliendo un nickname e aggiungendo una foto profilo. A questo punto avrai una lista dei tuoi contatti che sono già registrati su BeReal e che potresti cominciare a seguire. Devi obbligatoriamente attivare le notifiche, altrimenti non saprai quando è il momento di postare.

Vedrai l’elenco delle foto dei tuoi amici postate nelle ultime 24 ore, ma, attenzione attenzione, solo se hai postato anche tu una foto. Cliccando su Discovery puoi invece vedere le foto di persone di tutte le parti del mondo, non legate ai tuoi contatti.

Non puoi mettere like ma puoi commentare e inviare una reazione alle foto dei tuoi amici, scattando tu stesso un selfie legato ad un emoji.

Quando arrivano le notifiche su BeReal?

Non lo sai mai!

Ogni giorno, in un orario diverso, riceverai la notifica sul tuo telefono che è arrivato il momento di postare.

A quel punto scatti una doppia foto: una con la fotocamera frontale e una con quella posteriore. Hai solo due minuti di tempo per postare la tua foto. In realtà, puoi pubblicarla anche dopo i due minuti ma gli utenti sapranno che hai postato in ritardo.

Quanto dura un BeReal?

24 ore.

Dopo questo lasso di tempo, la foto non sarà più visibile per gli altri. Tu invece potrai sempre rivedere le foto che hai scattato e postato nella tua sezione personale chiamata Memories.

Come sincronizzare i contatti su BeReal?

La buona notizia è che BeReal fa tutto da solo. Appena lo scarichi, vedrai la lista dei contatti che hanno già scaricato l’app e che hai salvato sul tuo telefono. Inoltre, ti verranno suggeriti dei contatti che sono nella rubrica dei tuoi amici.

Cosa si può postare su BeReal?

Questa è la parte che caratterizza questo social rispetto a tutti gli altri. Puoi postare solo ed esclusivamente foto fatte nel momento in cui ti arriva la notifica. Le foto non potranno essere modificate né potrai aggiungere alcun filtro, effetto o sticker. Inoltre, non puoi scegliere foto dalla galleria e, se mai decidessi di postare uno screenshot, l’app lo segnalerà!

Puoi provare diversi scatti ma BeReal segnalerà quante volte hai scattato la foto.

Instagram e TikTok: come rispondono?

Ovviamente gli altri social media non sono rimasti a guardare.

Instagram ha introdotto la possibilità di scattare in contemporanea con entrambe le fotocamere (posteriore e frontale), ottenendo lo stesso effetto che si ha su BeReal.

TikTok ha fatto di più. Ha addirittura realizzato una nuova app, TikTok Now. Anche in questo caso una volta al giorno riceverai la notifica che è arrivato il momento di postare e avrai però 3 minuti invece di 2 per pubblicare. Inoltre, avrai la possibilità di postare anche brevi video, non solo foto. Insomma, una copia spudorata che rischia seriamente di oscurare il neonato BeReal.

Che ne pensi? Hai già scaricato BeReal o pensi di farlo?

Tag

Categorie

Blog & Copywriting

Ultimi post

Irene Bicchielli

Irene Bicchielli

COPYWRITER & CONTENT CREATOR
Curiosa ed entusiasta per natura, ama le parole, il cinema e il caffè.In perenne equilibrio tra la lucida razionalità della SEO e la creatività dello scrittore, ogni giorno racconta storie che danno voce a brand e aziende di ogni settore.

Linkedin

Condividi l’articolo!

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Email
Contattaci per una consulenza e tante idee nuove su come coinvolgere i tuoi followers!
Diseo Agency è un’agenzia di marketing e comunicazione con sede a Firenze.
Ci occupiamo di: creazione siti web, gestione social media, campagne sponsorizzate, grafiche, blog & copywriting, influencer marketing ed eventi. L’agenzia marketing fiorentina che ti segue davvero da vicino, con servizi di digital marketing su misura per te!

Articoli correlati