UGC e SEO: come inserirli nella strategia

Blog

Cerca
come integrare gli UGC nela strategia SEO della tua azienda

Parliamo di UGC ma prima di tutto, cosa sono?
UGC è l’acronimo di User Generated Content ovvero tutti quei contenuti generati dagli utenti attorno ad un’azienda, un prodotto o un servizio che offrono una grande opportunità: indirizzare più traffico verso i tuoi siti di commercio diretto e aumentare le vendite.
Vengono spesso inseriti in una strategia social a 360° ma trascurati in un piano di strategia SEO.

Perché gli UGC possono essere una grande risorsa? Secondo Bright Local, l’88% dei consumatori si fida delle recensioni online scritte da altri consumatori tanto quanto si fida dei suggerimenti della propria rete personale.

Perché funziona il marketing che sfrutta i contenuti generati dagli utenti?

Perché i consumatori hanno una maggiore affinità nel seguire i consigli degli altri clienti?
Gli UGC sono efficaci perché suscitano una risposta psicologica chiamata prova sociale, che fa presumere alle persone che le azioni degli altri riflettano il comportamento corretto per una situazione.
Ad esempio, se vediamo qualcuno scivolare su una pozzanghera e cadere, probabilmente eviteremo di camminare in quella zona.
Siamo anche influenzati dai consigli degli altri. Anche se non abbiamo visto qualcuno scivolare e cadere, se un amico ci avverte che una specifica passerella è scivolosa, è probabile che gli crediamo e seguiamo il suo consiglio.
Come mai? Se non abbiamo conoscenze su un argomento particolare, siamo più aperti ad accettare le opinioni dei nostri colleghi.
Dal punto di vista del cliente, la prova sociale aiuta ad aumentare i tassi di conversione creando fiducia.

Un brand potrebbe dirti che i suoi prodotti sono fantastici, i migliori sul mercato, ma sarebbe molto più credibile se provenisse da qualcuno al di fuori dell’azienda: gli acquirenti del tuo sito sanno che dirai che i tuoi prodotti sono fantastici, ma ciò che li farà convertire è sapere che persone reali stanno acquistando e utilizzando i tuoi prodotti.

Social media e SEO

‍Oggi la SEO non può essere efficace senza una strategia di cura dei contenuti ben eseguita sui social media.
Come funzionano insieme social media marketing e SEO? La condivisione di contenuti sui canali dei social media aumenta il coinvolgimento e porta i visitatori al tuo sito.

Questo, a sua volta, aumenta la visibilità del sito, che influenza indirettamente le prestazioni del sito web sui motori di ricerca come Google.
I contenuti generati dagli utenti possono essere utilizzati sui social media per attirare più traffico organico sul tuo sito.
La ripubblicazione o la riprogrammazione di foto e video di clienti reali sui canali social del tuo marchio non solo espande la portata del tuo marchio, ma incoraggia anche i browser a partecipare alla creazione di contenuti per il tuo marchio.

5 modi per inserire gli UGC nella tua strategia SEO

1 Gli UGC forniscono ai motori di ricerca contenuti nuovi e pertinenti

Negli ultimi anni la strategia marketing dei contenuti del brand ha puntato sulla sensazionalità, ma i consumatori sono diventati saggi con la pratica, rendendola meno efficace.
C’è un forte bisogno di contenuti autentici che risuonino allo stesso modo con i tuoi acquirenti e motori di ricerca: la raccolta di UGC è un modo snello per rispondere a questa esigenza con contenuti unici e autentici.
Poiché sono contenuti generati dai clienti, le aziende non devono utilizzare molte delle proprie risorse per realizzarli: la pratica di implementare UGC dimostra che i marchi non stanno solo parlando con i clienti, ma che i clienti hanno un modo per dialogare con il marchio.

Per gli esperti di marketing, i risultati SEO non hanno rivali con altre tattiche di marketing.

2 Gli UGC modellano gli attributi SEO di base in modo naturale

I siti sono ottimizzati per i motori di ricerca attraverso un sistema di attributi di base tra cui parole chiave, titoli, backlink e link interni.
Quando si tratta di recensioni, i clienti fanno tutto il lavoro mentre modellano la SEO con link e parole chiave appropriate.
Poiché le testimonianze dei clienti tendono a essere incentrate sul prodotto, i clienti spesso includono frasi e collegamenti associati al prodotto che aiutano a rafforzare naturalmente la SEO.

3 Gli UGC aiutano il posizionamento del tuo sito per le parole chiave a coda lunga

Le parole chiave a coda lunga (long tail keyword) sono frasi di ricerca specifiche con una bassa concorrenza di ricerca per le quali è molto più facile classificarsi in alto.
Queste parole chiave sono costituite da frasi che gli utenti cercano ma che le aziende potrebbero non pensare di includere nella loro strategia.

Ad esempio, un rivenditore di prodotti di bellezza potrebbe aver ottimizzato uno dei suoi prodotti per “cura della pelle”, ma se si trova ad affrontare una grande concorrenza per questa parola chiave, è difficile classificarsi in alto.

Al contrario, “detergente per la pelle adatto ad una carnagione più scura” potrebbe avere molta meno concorrenza ed essere ricercato dagli utenti con l’intento specifico di trovare e acquistare questo prodotto.
I tuoi utenti, pubblicando ciò che amano del tuo prodotto, possono fornire informazioni su come il tuo pubblico parla dei propri punti deboli e di ciò che cercano.
E sapere quali parole chiave a coda lunga risuonano con gli acquirenti fa un’enorme differenza in quanto consente ai marchi di unificare l’opinione dei clienti come parole chiave per la SEO in loco.

4 Gli UGC aumentano l’ottimizzazione sociale

Gli User Generated Content aiutano la SEO anche attraverso l’ottimizzazione dei social media su piattaforme visive come Instagram e piattaforme più informative come Facebook e Twitter.

Offrono ai gestori dei social nuovi tipi di contenuti per riempire un vuoto di immagini professionali.

Condividere le foto o le recensioni dei clienti infonde maggiore fiducia con i tuoi follower, aumentando la probabilità di condivisioni, like e commenti.

Un maggiore coinvolgimento generalmente significa un aumento del traffico da potenziali nuovi clienti che cercano un’esperienza simile.
Ad esempio, gli argomenti che riguardano gli utenti nell’impronta sociale di un marchio attireranno probabilmente la loro attenzione.

5 Gli UGC sono il contenuto ideale per l’ottimizzazione automatica e manuale

Gli algoritmi dei motori di ricerca automatizzati utilizzano gli spider che cercano le recensioni e le testimonianze dei prodotti dei clienti per valutare un sito web.

Inoltre, aziende come Google impiegano programmi per la qualità della ricerca per valutare manualmente la reputazione di un sito per valutare principi chiave come la padronanza dell’argomento, l’autorità dell’autore e la veridicità dei contenuti, che possono essere facilmente ottenuti dai contenuti dei tuoi clienti.

I contenuti inviati dai tuoi clienti offrono agli esperti di marketing una possibilità legittima di guadagnare punti SEO da entrambi i sistemi di valutazione della qualità.Questa tattica dovrebbe essere una parte vitale di qualsiasi checklist SEO, poiché recensioni e valutazioni possono rendere più facile fornire risultati eccezionali alle query dei motori di ricerca.

Alice Zanfardino

Alice Zanfardino

COPYWRITER & CONTENT CREATOR
Curiosa ed entusiasta per natura, ama le parole, il cinema e il caffè.In perenne equilibrio tra la lucida razionalità della SEO e la creatività dello scrittore, ogni giorno racconta storie che danno voce a brand e aziende di ogni settore.

Linkedin

Condividi l’articolo!

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Email
Contattaci per una consulenza e tante idee nuove su come coinvolgere i tuoi followers!
Diseo Agency è un’agenzia di marketing e comunicazione con sede a Firenze.
Ci occupiamo di: creazione siti web, gestione social media, campagne sponsorizzate, grafiche, blog & copywriting, influencer marketing ed eventi. L’agenzia marketing fiorentina che ti segue davvero da vicino, con servizi di digital marketing su misura per te!

Articoli correlati