Strategie comprovate per potenziare la SEO dei social media nel 2024

Blog

Cerca
come potenziare la seo dei social media

Sono finiti i tempi in cui la SEO era importante solo per la SERP!

Il comportamento degli utenti sta cambiando e gli studi mostrano che circa il 31% dei consumatori utilizza i canali social per trovare risposte alle proprie domande.
I millennial e la generazione Z sono tra i principali gruppi che guidano questo cambiamento, che si prevede crescerà nel tempo.

Se stai facendo crescere la tua attività e la tua presenza online, questo è il momento migliore per comprendere la SEO dei social media.
Ti aiuterà a creare una community fedele di follower e a promuovere la tua pagina e la tua attività.

Cos’è la SEO dei social media?

La SEO per i social media ottimizza i tuoi canali social per portata e visibilità per aiutarti a promuovere la consapevolezza del brand, creare fiducia e contribuire a generare contatti.
In questo modo ti classifichi più in alto nei risultati dei motori di ricerca, il che attira più clic sul tuo profilo e sui tuoi contenuti.

Il fulcro della SEO è indirizzare il pubblico verso i contenuti, le aziende e gli individui più rilevanti.
La SEO dei motori di ricerca e dei social media è altrettanto importante nella creazione di un’identità di brand affidabile.

Il tuo pubblico è più consapevole ora che mai e prende ogni decisione dopo una ricerca approfondita.
Ottimizzando per i risultati di ricerca, puoi far sì che i tuoi post e i tuoi profili sui social media arrivino ai loro risultati di ricerca su ogni canale.
E l’esposizione ripetuta ai tuoi contenuti e la tua forte presenza su queste piattaforme li costringerà a sceglierti rispetto ai tuoi concorrenti.

Per promuovere in modo efficace i tuoi servizi, il tuo eCommerce o il tuo negozio Shopify, sfruttare le strategie SEO dei social può migliorare significativamente la tua visibilità online e attirare più potenziali clienti.

Ecco un elenco dei migliori suggerimenti per ottenere il massimo dai tuoi sforzi di creazione di contenuti.

7 suggerimenti collaudati per sfruttare la SEO dei social media

È necessario intraprendere azioni di base e avanzate per garantire la prima posizione nei risultati di ricerca dei social media.

Ecco come puoi indirizzare i tuoi sforzi per ottenere la massima portata e visibilità:

1. Ottimizza i tuoi profili social per la ricerca

Tutte le piattaforme social, siano esse LinkedIn, Instagram, X o Facebook, hanno una funzione di ricerca.
L’ottimizzazione dell’intestazione del tuo profilo garantirà che il tuo account venga visualizzato nelle prime posizioni e riceva più clic quando i tuoi potenziali clienti cercano il tuo servizio, prodotto o settore.

Un esempio di modello di titolo del profilo SEO-friendly potrebbe essere:

Nome e Cognome
Risultati che hai generato o esperienza straordinaria che hai avuto | Il tuo ruolo in Azienda/Industria | Competenza/Prodotto/Servizio che offri | CTA

Questo modello elenca tutti i dettagli essenziali su ciò che fai e su come puoi aiutare le aziende o gli utenti.
Puoi utilizzare parole chiave standard del settore e attirare l’attenzione con i tuoi risultati distinti.
Questo metodo è una delle strategie più importanti per il marketing di LinkedIn.

Suggerimento per i CEO: se stai creando un prodotto o un servizio, non dimenticare di aggiungerlo al titolo.
Ecco due modi in cui avere un’intestazione ottimizzata e un profilo curato aiuta:

  • Attira le persone verso quello che stai facendo: il pubblico ama la trasparenza e si connette molto bene quando assiste agli alti e bassi del processo.
    In effetti, costruire in pubblico è un ottimo modo per attirare clienti.
  • Aumenta il coinvolgimento, stimola opinioni e recensioni: incoraggia commenti sui tuoi contenuti, migliorando la SEO.
    Quando lancerai la tua prima offerta o un servizio aggiuntivo, avrai abbastanza commenti positivi e passaparola per incrementare le vendite iniziali.

2. Costruisci una strategia per le parole chiave e cluster di contenuti

Una strategia di parole chiave ben definita aiuterà i motori di ricerca dei social media a comprendere gli argomenti di tua competenza e a classificare i tuoi contenuti e il tuo profilo per tali query.

Rivolgiti ad una nicchia.
La tua strategia per le parole chiave dipenderà da:

  • Offerta di prodotti o servizi e USP
  • Obiettivi di marketing generali
  • La tua attuale posizione nella SERP
  • Gruppo di pubblico a cui vuoi rivolgerti
  • Concorrenti con offerte simili
  • Volume di ricerca e intento delle parole chiave target
  • Le tue risorse come tempo, budget, competenze e strumenti

Come parte della tua strategia sui social media, crea cluster di contenuti sotto ciascun argomento utilizzando strumenti di analisi delle parole chiave come Ahrefs o Semrush.
Ecco un esempio: immagina di essere il fondatore di un software di gestione del tempo e che uno dei pilastri dei tuoi contenuti sia la gestione del tempo.

In questo segmento, crea contenuti attorno a parole chiave più lunghe e più brevi come:

  • Blocco del tempo
  • Produttività per gli imprenditori
  • Tecniche di gestione del tempo
  • Suggerimenti per la definizione degli obiettivi

3. Utilizza strategicamente gli hashtag per ottenere visibilità

Gli hashtag non sono morti, come la maggior parte delle persone vuole credere, ma è cambiato il modo in cui vengono usati.
Anni fa ogni post su Instagram o LinkedIn aveva 15 o più hashtag, gli utenti li usavano in base alla popolarità e a ciò che stava diventando virale.
Ora è completamente diverso: poiché gli algoritmi sono diventati più intelligenti, si riducono le impression di quei post che contengono troppi tag spam o non correlati.

Gli hashtag esistono per aiutare le piattaforme di social media a trovare i contenuti più rilevanti per il loro pubblico.
Come trovare i migliori hashtag per te:

  • Non usarne troppi: da tre a cinque in ogni post.
  • Elimina quelli contenenti spam o vietati: i tuoi post verranno eliminati o semplicemente non verranno visualizzati nei feed delle persone.
  • Utilizza gli hashtag più pertinenti, quelli che descrivono meglio il tuo post
  • Evita di utilizzare tag troppo lunghi o estremamente mainstream

In alternativa, puoi utilizzare strumenti di generazione di hashtag e ridurre le congetture e il tempo dedicato alla ricerca.

4. Aggiungi i link per indirizzare gli utenti al tuo sito web

Ci sono diversi motivi per cui dovresti aggiungere link del tuo sito web sui tuoi canali social:

  • Aumenta il traffico e la visibilità del tuo sito web
  • Migliora l’esperienza del cliente aiutandolo a trovarti e a sceglierti
  • Aumenta l’autenticità del brand

Anche aziende famose come Semrush si posizionano aggiungendo link:

Non devi collegarti alla home page del tuo sito web dalla tua bio.
Ecco altre alternative e perché funzionano:

  • Alternativa 1: se pubblichi offerte speciali o sconti, aggiungi un collegamento alla tua pagina web che mostri l’offerta.
    Perché funziona: l’aggiunta di collegamenti alle offerte le rende più accessibili e immediate per gli utenti.
  • Alternativa 2: se hai raggiunto un traguardo e hai creato un case study per i tuoi lettori, collegalo alla tua pagina sui social media.
    Perché funziona: stabilisce autorità e genera contatti per la tua attività.

5. Includere opzioni di condivisione social per i contenuti del sito web

Stai spendendo molte delle tue risorse nella creazione di contenuti del sito web come blog, white paper e case study.
Ma se non non sono condivisibili, i tuoi sforzi sono nulli.
Ogni giorno, il tuo pubblico esplora il motore di ricerca per trovare informazioni pertinenti.
Se trovano qualcosa di prezioso sul tuo sito web e desiderano condividerlo sui loro social media o con i loro team, dovresti assicurarti che sia facile per loro.

Oltre a potenziare la SEO, puoi massimizzare il ROI su ogni contenuto e attirare lead con i tuoi sforzi sui contenuti.

6. Aumentare la frequenza di pubblicazione dei contenuti

Se qualcuno vi ha detto che la qualità è l’unica cosa importante, nel 2024 non sarà più così vero. Qualità e quantità sono due facce della stessa medaglia e sono necessarie entrambe per vincere la corsa al posizionamento.

La qualità consente di affrontare i punti critici, soddisfare l’intento di ricerca e sviluppare la fiducia nel pubblico offrendo un valore garantito.

Quantità significa presentarsi spesso sui canali social per lasciare un segno nel pubblico e allo stesso tempo dire all’algoritmo che sei attivo, pertinente e interessato a fornire qualità.
Il nostro consiglio è di iniziare pubblicando da tre a cinque post a settimana e sviluppare la pubblicazione ogni giorno ad esempio nelle storie di Instagram.

Ma come si fa ad essere coerenti e costanti nella pubblicazione?

  • Preparare una strategia sui social per cominciare determinerà gli argomenti chiave, la frequenza di pubblicazione e l’approccio per stimolare il coinvolgimento.
  • Analizza la tua USP e il contenuto dei tuoi concorrenti. Sulla base di queste informazioni, inizia in anticipo a creare contenuti in batch.
  • Pianifica i post in anticipo utilizzando gli strumenti di gestione: ridurrà le possibilità di perdere il tempo di pubblicazione.

La prossima volta che senti parlare di un’azienda o di un individuo con un’ottima portata di post e un ampio seguito, sappi che gran parte della loro strategia è stata garantire coerenza.

7. Contenuti pubblicati ottimizzati per la ricerca

Ecco come si presenta un percorso editoriale: Pubblica—Traccia—Analizza—Ripeti!

Una volta pubblicati contenuti SEO friendly sulle tue pagine, il passaggio successivo è monitorare i KPI dei post.
Dovrai monitorare e analizzare le tue pagine sui social media, nonché i tuoi post con le migliori e le peggiori prestazioni.
Sarai in grado di vedere quale formato, hook (il modo in cui “agganci” l’attenzione dell’utente), CTA, tempo di pubblicazione e immagini funzionano per te e cosa no.

Oltre a ciò, devi misurare questi parametri per un’idea globale:

  • Follower
  • Impression
  • Engagement
  • CTR (percentuale di clic)
  • Frequenza di rimbalzo
  • CPC (costo per clic)

Assicurati di confrontare questi numeri con quelli della concorrenza e con gli standard di settore per avere un’idea contestuale migliore.
In alternativa, puoi utilizzare gli strumenti di monitoraggio dei social media per creare, pianificare, monitorare e analizzare i numeri.

Ecco alcuni strumenti che vale la pena considerare:

  • Hootsuite: è uno strumento di marketing e gestione che ti aiuta a monitorare fianco a fianco le metriche organiche, a pagamento e web.
  • Sprout Social: è uno strumento tutto in uno per guidare la tua strategia sui social media e analizzare i numeri.
  • Mention: porta tutte le metriche a portata di mano e consente ai team di monitorare i dati correlati.
  • Buzzsumo: ti aiuta a ricercare e generare idee, tenere traccia delle metriche, trovare influencer per accordi con i marchi e automatizzare le tue attività.

Costruisci oggi stesso la tua strategia SEO sui social media.

La SEO è la chiave per ottenere la massima visibilità tra il pubblico giusto.
Se combinata con i social media, può amplificare il messaggio del tuo brand e creare una community di clienti soddisfatti.

Alice Zanfardino

Alice Zanfardino

COPYWRITER & CONTENT CREATOR
Curiosa ed entusiasta per natura, ama le parole, il cinema e il caffè.In perenne equilibrio tra la lucida razionalità della SEO e la creatività dello scrittore, ogni giorno racconta storie che danno voce a brand e aziende di ogni settore.

Linkedin

Condividi l’articolo!

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Email
Contattaci per una consulenza e tante idee nuove su come coinvolgere i tuoi followers!
Diseo Agency è un’agenzia di marketing e comunicazione con sede a Firenze.
Ci occupiamo di: creazione siti web, gestione social media, campagne sponsorizzate, grafiche, blog & copywriting, influencer marketing ed eventi. L’agenzia marketing fiorentina che ti segue davvero da vicino, con servizi di digital marketing su misura per te!

Articoli correlati

che cosa sono le digital PR
Blog

Che cosa sono le digital PR?

Le Digital PR, abbreviazione di Digital Public Relations, sono una strategia promozionale online utilizzata da professionisti e aziende di marketing. Una strategia misurabile e concreta

Leggi l'articolo »